Acetone nei bambini: cos'è e come curarlo

11:50


Qui in casa l'influenza vera e propria sembra aver lasciato il posto ai nasi gocciolanti ma quest'anno è stata dura: il piccolo ha addirittura avuto bisogno di essere ricoverato in ospedale a causa di non uno, ma due virus a tempo: quello dell'influenza normale e quella intestinale.

Dopo sei giorni di degenza tra flebo e pianti incessanti, con le conseguenti 6 notti passate ad accudirlo per cercare di favorirgli qualche ora di sonno tranquilla, possiamo dire dire di stare bene ma...è stato difficile!

Nausea, vomito, dissenteria, febbre e tanto pianto gli hanno causato un fortissimo acetone.

Cos'è l'acetone?

L'acetone è un disordine metabolico che interviene quando l'organismo, per far fronte alle proprie necessità energetiche, dopo aver bruciato tutti gli zuccheri a disposizione, comincia a bruciare anche i grassi. Si tratta di un disturbo passeggero, che si risolve in breve tempo, senza procurare particolari fastidi al piccolo.

Quali sono le cause dell'acetone?

  • Digiuno prolungato
  • Febbre
  • Dieta ricca di grassi
  • Disidratazione
  • Sforzi intensi e prolungati (come anche lunghi pianti e periodi di stress
  • Avvelenamento da alcol etilico o saliciltati
  • Diabete
Quali sono i sintomi dell'acetone?

L'acetone causa la comparsa dei sintomi della chetoacidosi:
  • Alito fruttato (ve ne accorgerete in primis proprio a causa dell'alito pesante e acidulo e spesso è anche il solo unico sintomo)
  • Vomito, che può portare disidratazione e malessere generale
  • Alterazione della cosscienza (raramente)
Come si cura l'acetone?

Se non siete sicuri al 100% solo dall'odore dell'alito del bambino, potete usare le strisce reattive che vendono in farmacia, vi basterà solo prelevare qualche goccia di urina e cambiaranno colore in base allo stato di chetoacidosi.
E' importante l'alimentazione ed è consigliabile una dieta ricca di zuccheri, di acqua e priva di grassi.
Si a succhi di frutta, marmellate, acqua e carboidrati.
Si ai sali minerali.
No a cibi grassi come latte intero, burro, formaggio, insaccati, carni grasse, cioccolato..

Per facilitare la guarigione di mio figlio ogni volta che ha l'acetone, uso il Biochetasi, disponibile sia in bustine leggermente effeverscenti al sapore d'arancia, in supposte o pastiglie masticabili.

(Il Biochetasi è utilizzabile anche dagli adulti in caso di acidità di stomaco e nausea gravidica, e posso assicurarvi che è un vero e proprio sollievo nell'ultimo caso!)




* Vengono utilizzati alcuni link di affiliazione, il che significa che potrei ricevere una commissione senza costi aggiuntivi per te, mi aiuta a creare più contenuti senza dover fare tanti articoli sponsorizzati e ovviamente questo aiuta a supportare il mio blog e mi permette di continuare a renderlo come piace a te. I miei contenuti non sono influenzati  da marchi, prodotti PR ricevuti, utilizzo di link di affiliazione o partnership di marchi. NON sono pagato o mi viene chiesto di utilizzare questi collegamenti.
    * Some affiliate links are used, which means that I could receive a commission at no extra cost to you, it helps me create more content without having to do so many sponsored articles and of course this helps to support my blog and allows me to continue to make it the way you like it. My content is not 100% influenced by brands, PR products received, use of affiliate links or brand partnerships. I am NOT paid or asked to use these links.

    You Might Also Like

    15 commenti

    1. Ha un buon prezzo qui, è una farmacia online giusto?

      Grazie, Mirella

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Si Mirella, è una farmacia online dove spesso ci sono moltissimi prodotti in promozione, ma di solito il Biochetasi si trova sia nelle farmacie che nelle parafarmacie ad un prezzo modico. La cosa bella di questa farmacia sta nel trovare la promozione giusta al momento giusto e allora si che si risparmia un bel po!
        Se ti va iscriviti al blog, mi farebbe molto piacere averti tra i miei followers!
        Laura

        Elimina
    2. Anche io ogni tanto uso il Biochetasi e non avevo idea che potesse essere utile anche per facilitare la guarigione dell'acetone nei bambini!

      RispondiElimina
    3. Ho trovato il tuo articolo molto interessante perché non ero a conoscenza dell'acetone che cosa fosse e delle cause oltre che deriva aereo da utilizzare per risolvere il problema non avendo bambini non sono molto ferrato in materia Ma grazie per le tue informazioni sempre utili

      RispondiElimina
    4. La biochetasi fornisce sempre un valido aiuto!

      RispondiElimina
    5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      RispondiElimina
    6. Non ne sapevo molto in merito, il tuo post é davvero chiaro ed esaustivo. Grazie per le info

      RispondiElimina
    7. mamma mia che brutta bestia deve essere questo acetone. per fortuna non mi è mai venuto perché soffro già abbastanza di stomaco e cose varie con il mio reflusso e acidità.

      RispondiElimina
    8. Ciao ne soffriva molto mia sorella e ne soffriva "soffre" il mio secondo genito...sicuramente il biochetasi è una soluzione ma, in assenza, ci sono rimedi casalinghi più semplici come bicarbonato, miele e coca cola

      RispondiElimina
    9. Non conoscevo questa malattia, e non ero neanche a conoscenza della possibilità di comprare farmaci online. Grazie per avermi fatto scoprire questa farmacia

      RispondiElimina
    10. Ma sai che non conoscevo assolutamente questo tipo di malattia? Molto interessante il tuo articolo

      RispondiElimina
    11. capita spesso purtroppo dato che a volte noi genitori non riusciamo sempre a convincere i nostri bimbi a mangiare solo quello che diciamo noi, non conoscevo tutte queste cause

      RispondiElimina
    12. Ricordo quando ero bambina e mia mamma mi faceva le prove dell'acetone sui bastoncini che si coloravano. A me dava spesso la citrosodina, ma penso che sia molto simile al biochetasi che tra l'altro utilizzo ora!

      RispondiElimina
    13. Mia figlia ne ha sofferto spesso da piccola ed anche noi usavamo sempre Biochetasi dietro consiglio della pediatra.

      RispondiElimina
    14. Articolo molto interessante, non sapevo sai. Io da piccola ne soffrivo spesso e usavo qusta biochetasi

      RispondiElimina

    eADV

    Subscribe